fbpx

L'ALTRA FOTOGRAFIA: IL GRANDE FORMATO

Alla scoperta di un'altra dimensione!

Con Stefano Bernardoni

Due giornate alla scoperta della Fotografia Grande Formato!
È un percorso che ti porterà a scoprire una fotografia differente, più lenta e riflessiva legata alla materia stessa dei supporti che si utilizzeranno.
Grandi fotografi del passato e molti del presente hanno trovato in questa fotografia un rapporto col soggetto così particolare da adottarla in tutto il loro percorso fotografico, rendendo la loro fotografia unica!
Un sistema che abbraccia la fotografia analogica, ma utilizzabile anche con sistemi più moderni.

Il workshop è aperto a tutti! è sufficiente avere una conoscenza di base della tecnica fotografica.

Si utilizzeranno fotocamere banco ottico e folding camera dal 10×12 fino al 20x25cm!

Il workshop si svolgerà sabato e domanica dalle 14.00 alle 18.30 circa per un totale di 10 ore.

Costo : € 238  IVA esclusa

PROSSIMA SESSIONE: 22/23 GIUGNO 2024

Tutti i materiali utilizzati durante il workshop, carta fotografica e pellicole, sono inclusi! 

I partecipanti avranno diritto ad uno sconto dal 7 al 10% sull’acquisto di fotocamera Gibellini di Modena.

Grande Formato
UN ESPERIENZA CHE VI PORTERÀ AD UNA CONSAPEVOLEZZA SULLA FOTOGRAFIA BEN LONTANA DA QUELLA IMMEDIATA E SFUGGENTE DI QUELLA DIGITALE. SI POTRÀ VIVERE INTENSAMENTE OGNI SCATTO! OGNI SCATTO RIMARRÀ DENTRO DI NOI IN UN MODO INDELEBILE!

DESCRIZIONE DEL WORKSHOP

Perchè un workshop sul Grande Formato

Il grande formato, un’altra dimensione per la fotografia. Un’altra dimensione in tutti i sensi, sia come formato che come tutto il resto! Se siete abituati a fotografare col piccolo o medio formato, vi sembrerà di scoprire una fotografia differente: più lenta e riflessiva, ed è proprio qui che risiede il suo fascino! ovvero la possibilità di rallentare il processo fotografico e tutto ciò a cui è legato.
Già immergersi nell’analogico in generale richiede un attenzione maggiore ed un metodo più legato alla materia stessa del supporto sensibile per poter ottenere un buon risultato. Per il grande formato dobbiamo resettare tutto! Realizzare una fotografia con il banco ottico ci avviciniamo alla meditazione: diversi minuti prima di scattare una fotografia, un’attenzione maggiore e un rapporto più intimo col soggetto. Poi lo sviluppo della pellicola è un’altra esperienza fondamentale se teniamo conto che nel Grande Formato non esiste solo la pellicola, ma altri supporti materici come il collodio umido, il dagherrotipo o la carta fotografica stessa utilizzata come negativo. Inoltre dobbiamo tener conto anche della sua indeterminatezza, che caratterizza proprio questa fotografia, ben differente dalla precisione elettronica del digitale!
Vi siete mai chiesti perché le applicazioni per la gestione delle immagini degli smartphone sono piene di filtri “creativi”? Un motivo è sicuramente che ci si vuole avvicinare proprio a quelle caratteristiche che appartengono proprio all’analogico come i viraggi, le sfocature o gli effetti delle pellicole scadute o ai metodi antichi, per dirne alcune. E’ proprio da qui che tutto deriva. Quindi poterlo fare senza i filtri standard, uguali per tutti, è un esperienza sicuramente più originale e più edificante! Certamente l’analogico non è solo questo, ma è anche questo!

Per completare l’introduzione ci piace riportare un intervista al grande Joel Meyerowitz, conosciuto soprattutto per le sue foto di “street”, ma non tutti sanno che utilizza anche il Grande Formato da parecchi anni:
Cambiare il formato fa parte di quelle cose che fanno parte del processo di crescita dell’artista. Comporta rinunciare a qualcosa per ottenere qualcos’altro. Il piccolo formato mi ha insegnato energia, risolutezza e immediatezza … Il grande formato mi ha insegnato la riverenza, la pazienza e la meditazione. Il Grande Formato trasforma il tuo modo di guardare il mondo. Prima di tutto è capovolto, che è un modo completamente diverso di relazionarsi alle cose. Toglie il contenuto dal contesto, quindi ti concentri maggiormente sui pesi e sui sentimenti. Penso che scattare con l’8×10(pollici) mi abbia cambiato, per il meglio. In qualche modo, di qualunque cosa mi sia accaduta usando questa fotocamera, la sua lentezza e la sua qualità studiata e riflessiva mi hanno calmato. Più ho rallentato, più le cose sembravano parlare con me e più semplici sono diventate“ JOEL MEYEROWITZ

PROGRAMMA IN DETTAGLIO

Prima giornata

Descrizione del workshop, introduzione del grande formato (differenze), componenti del banco ottico e Folding Camera e accessori. Le ottiche.

Movimenti del banco, come effettuarli, Effetti dei movimenti sui soggetti, Controllo della prospettiva, Piani di messa a fuoco
Prove pratiche sui movimenti

Esposizione col grande formato. Il sistema zonale.
Caratteristiche dei vari supporti sensibili utilizzabili con il grande formato
I passaggi prima di scattare, dal caricamento del supporto sensibile fino alla scatto.

Esercitazione pratica paesaggio in esterna.

Seconda giornata

Esercitazione pratica di ritratto in studio con banco ottico (Folding Camera o Banco) fotografiamo il nostro compagno di corso. Sviluppo immediato in camera oscura dei negativi prodotti.

Esercitazione pratica di paesaggio in esterna.

Stampa in camera oscura – stamperemo per contatto i positivi dei negativi su carta creati nella sessione pratica
Conclusioni

SCHEDA DEL WORKSHOP

Numero ore totali: 10

Date workshop: 22, 23 giugno 2024

Orario: dalle 14:00 alle 18:30

Costo: 238 € iva esclusa

Docente: Stefano Bernardoni

Max. partecipanti: 8

Requisiti: Conoscenza base della tecnica fotografica. Consigliata, ma non necessaria, una conoscenza base di sviluppo e stampa di una pellicola. Non è necessario possedere una fotocamera a grande formato in quanto si utilizzeranno quelle di Bottega Immagine. Nel caso se ne possiede una sarà possibile utilizzare la propria. Tutto il materiale di sviluppo e stampa, compresa la strumentazione necessaria è incluso nel workshop.

Titolo riconosciuto: certificato di frequenza (su richiesta)

Sede: c/o via Carlo Farini, 60 a Milano

Iscrizione: per iscriversi a questo workshop è necessario versare un acconto di 100 euro. Il saldo totale deve essere effettuato entro il primo giorno.

Le iscrizioni potranno essere effettuate fino ad una settimana prima.

Per avere maggiori info scrivere a: info@bottegaimmagine.it

IL DOCENTE

STEFANO BERNARDONI

 

Si occupa di fotografia dai primi anni 90. Fondatore di Bottega Immagine nel 2007.
E’ un esperto di fotografia analogica di piccolo, medio/grande formato e di diverse tecniche antiche di stampa.

Come fotografo ha ottenuto diversi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale grazie al suo lavoro “Soglie visive“, esposto in svariate mostre in Italia, Giappone, Russia e Finlandia.

E’ stato pubblicato su diverse riviste di settore tra i più importanti FotoCult, Gente di Fotografia, Il Fotografo e FOTOIT, AG Magazine(UK) e recensito dai più importanti critici italiani. Dal 2007 al 2011 ha tenuto diverse mostre e workshop in Russia, San Pietroburgo, Vologda, Togliattigrad e Ufa sulla fotografia autoriale.

Al momento, insieme ai suoi collaboratori, si sta dedicando alla gestione di Bottega Immagine con l’obiettivo di renderla una dei punti di maggior riferimento di Milano. In parallelo continua la sua ricerca fotografica che è visitabile al sito qui sotto